Presentazione

Corso FAD ECM

Livelli elevati di LDL sono una causa diretta e provata di malattia cardiovascolare aterosclerotica. Ci sono nuove importanti opzioni di trattamento che possono ridurre il peso delle malattie cardiovascolari? Quali procedure tra AIFA e regione possono favorire un rapido,  efficace ed equo utilizzo terapeutico sostenibile?. Le nuove linee guida (Agosto 2019) per la gestione delle dislipidemie, prodotte congiuntamente dall’European Society of Cardiology (ESC) e dall’European Atherosclerosis Society (EAS), forniscono importanti raccomandazioni per consentire ai clinici di intervenire in modo efficiente e sicuro sulla riduzione del rischio cardiovascolare (CV) attraverso la modificazione del livello ematico dei lipidi.
Il documento evidenzia che le lipoproteine a bassa densità (LDL), in particolare, determinano un alto rischio CV. La riduzione del rischio CV è proporzionale all’entità di abbassamento del colesterolo LDL indipendentemente dalla concentrazione basale.
Le nuove linee guida descrivono una revisione delle categorie di stratificazione del rischio. Infatti, sono stati riformulati nuovi target di trattamento a seconda delle diverse categorie di rischio: da molto alto a basso.
Di conseguenza la terapia di combinazione, in particolare nei pazienti a rischio alto e molto alto, assume una notevole importanza.

Studi sperimentali, epidemiologici, genetici e trial clinici randomizzati, mostrano che livelli elevati di LDL-C sono una potente causa di infarto e ictus. La sfida sulle novitá terapeutiche, che gli Esperti raccoglieranno durante il confronto, é lanciata dale parole del prof. Catapano (Docente di Farmacologia presso l’Università di Milano e direttore della Task Force per le nuove Linee Guida europee per il trattamento delle dislipidemie) cha ha affermato: “Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte in Europa: uccidono oltre quattro milioni di persone ogni anno. Un alto livello di colesterolo LDL è una delle maggiori cause di infarto, ictus e altri eventi che possono condurre alla morte, e le Linee Guida ESC/EAS raccomandano quindi una riduzione significativa del colesterolo LDL al fine di ridurre il rischio cardiovascolare”.
Dall’analisi degli unmet needs del paziente dislipidemico sará effettuato un check-point di alta eccellenza grazie al contributo dei maggiori esperti del settore, nella regione Calabria. Il progetto porterá ad una “mappatura” del management nell’ambito delle dislipidemie in Calabria, rispetto ai rischi dei pazienti coinvolti. Saranno evidenziati: nuovi target e nuove opportunitá terapeutiche, all’insegna dell’aderenza e
dell’appropriatezza prescrittiva, secondo una sostenibilitá del SSN/SSR. Dalla documentazione e dai dati di riferimento regionali si svilupperanno i possibili percorsi migliorativi per cure eccellenti. Un documento finale evidenzierá gli elementi che potranno guidare le scelte dei decisori della sanitá calabrese.

 

Italian Medical Research

Provider ECM n°1344 accreditato presso il Ministero della Salute - Age.na.s

Per qualsiasi comunicazione e/o supporto:

0824 23156

italianmr.com

assistenza@italianmr.com

Leggi le FAQ

 

Per consultare la nostra lista di Corsi ECM:

Eventi ECM

 

Programma

Programma ECM

 

15.00 – 15.10 Saluti e Introduzione generale
Magnifico Rettore UMG


Prima Sessione – Moderatore: Dott. G. Bisignani

15.10 – 15.20 Nuove prospettive terapeutiche per i pazienti dislipidemici ad alto rischio cardiovascolarealla luce delle nuove linee guida ESC
Prof. C. Indolfi

15.20 – 15.30 Farmacologia e meccanismi di azione dei farmaci ipolipemizzanti

Prof.ssa R. Citraro

 

15.30 – 15.40 Dislipidemie in Regione Calabria: pazienti ad alto rischio cardiovascolare non a target

Dott.ssa A. De Francesco

 

15.40 – 16.00 Q&A e Confronto: opportunità per i pz. ad alto rischio CV, opportunità da cogliere per il SSR
Tutti i relatori


16.00 – 16.15 Pausa

 

Seconda Sessione – Moderatore: Dott. F. Urso

 

16.15 – 16.25 Registri di monitoraggio AIFA e procedure di abilitazione dei centri prescrittori

Dott. G. Brancati

 

16.25 – 16.35 Procedure di inserimento in prontuario regionale

Dott. V. Ferrari

 

16.35 – 16.45 Accordo DPC per la distribuzione dei farmaci A PHT

Dott.ssa S. Mirarchi

 

16.45 – 17.15 Q&A e Confronto: Possibili soluzioni per accelerare le procedure d’accesso ai nuovi farmaci
Tutti i relatori

 

17.15 – 17.30 Sintesi, elementi per un documento finale e conclusione dei lavori

Prof. C. Indolfi

Informazioni

Obiettivo formativo

18 - Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

Mezzi tecnologici necessari

Connessione a internet

 

Sistema operativo:

  • Microsoft Windows (XP, Vista, Seven)
  • Linux
  • MacOS X

 

Browser:

  • Internet Explorer 7 o superioreChrome
  • Firefox
  • Safari
  • Opera 

 

Dispositivi supportati:

  • Laptop
  • Netbook
  • Tablet
  • Smartphone

Procedure di valutazione

Questionario a risposta multipla

Responsabili

Responsabile scientifico

Docente

  • CI
    Dott. Ciro Indolfi
    Medico Chirurgo - Cardiologia e Medicina dello Sport
    Scarica il curriculum
  • SM
    Dott.ssa Simona Angela Mirarchi
    Farmacista Dirigente

Relatore

  • GB
    Dott. Giacomino Brancati
    Medico chirurgo
  • RC
    Dott.ssa Rita Citraro
    Docente di Farmacologia SSD BIO/14 Università "Magna Grecia"
    Scarica il curriculum
  • FU
    Dott. Filippo Urso
    Dirigente Az, Ospedaliera di Cosenza
    Scarica il curriculum

Tutor

  • GB
    Dott. Giovanni Bisignani
    Medico Cardiologo

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Cardiologia

Farmacista

  • Farmacia Ospedaliera
  • Farmacia territoriale
leggi tutto leggi meno