• Accreditato da
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

L’anemia sideropenica (AS) è la forma di anemia più diffusa al mondo e, allo stesso tempo, la patologia più trattata. Quindi, si rende sempre più necessaria una conoscenza approfondita delle cause eziologiche che possono comportare una carenza di ferro; tale carenza è spesso presente in gravidanza o è dovuta a perdite di sangue, come ad esempio in caso di sanguinamenti mestruali importanti. Tra le strategie terapeutiche più diffuse vi è la somministrazione di ferro per via orale o endovenosa. Tuttavia, a causa degli effetti collaterali provocati dal ferro, si possono presentare effetti collaterali che inficiano sul risultato terapeutico finale e la compliance del paziente a tali trattamenti. Tra le condizioni che portano agli effetti collaterali dovuti all’assunzione di ferro, vi sono l’impiego di tipologie obsolete di ferro e condizioni di malassorbimento intestinale in essere o che si possono instaurare proprio conseguentemente all’uso stesso della terapia marziale, portando a effetti quali pesantezza, diarrea e mancato risultato terapeutico. Inoltre, un eccesso di ferro non assorbito che si accumula a livello intestinale può favorire una condizione di disbiosi, peggiorando ulteriormente il quadro clinico della paziente soprattutto in gravidanza. La conoscenza dei meccanismi fisiologici che regolano l’assorbimento intestinale e la possibilità di intervenire in questa fase, rappresentano oggi una nuova strategia terapeutica per migliorare il quadro ematochimico delle donne anemiche, anche in gravidanza, con o senza necessariamente la somministrazione di ferro. Scopo di questo corso sarà quello di ripercorrere i punti fondamentali del trattamento dell’anemia sideropenica attraverso un percorso che parte dalla patologia e dalle terapie attualmente in uso, passando attraverso una comprensione dei meccanismi di assorbimento e delle patologie infiammatorie dell’intestino che possono avere un ruolo fondamentale nella scelta terapeutica migliore per trattare o prevenire l’anemia. Particolare attenzione sarà data al problema dell’anemia sideropenica in gravidanza e al management in tale condizione. I partecipanti al corso avranno la possibilità di comprendere i meccanismi di una nuova molecola, la lattoalbumina, nota in letteratura per le sue capacità di migliorare l’assorbimento di molte sostanze tra cui il ferro, e acquisire modelli di management delle pazienti anemiche o a rischio di anemia. Migliorare l’assorbimento intestinale del ferro alimentare oppure, nei casi in cui è necessario, trattare le pazienti con il ferro per via orale riducendone eventuali effetti collaterali consentirà al medico di raggiungere in tempi più rapidi il successo terapeutico. Sarà dunque effettuato un approfondimento scientifico sulle proprietà e i benefici che la lattoalbumina può offrire in tale contesto, offrendo in questo modo maggiori conoscenze, oltre la classica terapia marziale.

Programma

SESSIONI I – FERRO E ANEMIA SIDEROPENICA

IL FERRO: UN MINERALE PREZIOSO

1.1 Il ferro

1.2 Il ferro nell’organismo umano

1.3 Il metabolismo

1.4 L’assorbimento intestinale

1.5 Il ricambio giornaliero

1.6 Le cause di carenza

 

L’ANEMIA SIDEROPENICA

2.1 Dati epidemiologici

2.2 Aspetti clinici

2.3 Diagnosi, valutazione e indagine della carenza di ferro

e dell’anemia sideropenica

2.4 Apporto di ferro durante la gravidanza

2.5 Diagnosi dell’anemia sideropenica in gravidanza

2.6 L’emoglobina

2.7 La ferritina

2.8 Ferro, transferrina e saturazione della transferrina

2.9 L’epcidina

 

SESSIONE II – MICROBIOTA E FERRO: AMICI O NEMICI?

IL MICROBIOTA E IL FERRO

3.1 Ruolo del microbiota nell’organismo

3.2 Come cambia il microbiota nell’uomo

3.3 Fattori determinanti il microbiota sin dalla nascita

3.4 Effetto del ferro sul microbiota e sui patogeni

 

SESSIONE III – MANAGEMENT DELL’ANEMIA IN GRAVIDANZA

L’ANEMIA SIDEROPENICA: QUALE APPROCCIO TERAPEUTICO

IN GRAVIDANZA?

4.1 Anemia sideropenica: quando e perché

4.2 Terapia marziale e possibili alternative in gravidanza

 

SESSIONE IV – ALFA-LATTOALBUMINA: LA NUOVA STRATEGIA

ALFA-LATTOALBUMINA NELLA PREVENZIONE E TRATTAMENTO

DELL’ANEMIA SIDEROPENICA

5.1 Cos’è l’alfa-lattoalbumina

5.2 Caratteristiche e funzioni dell’Alfa-Lattoalbumina

5.3 Alfa-lattoalbumina e ferro

5.4 Azione protettiva a livello intestinale

5.5 Azione trofica intestinale

5.6 La risposta alla disbiosi intestinale

5.7 Alfa-Lattoalbumina e anemia sideropenica

 

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

Sistema operativo: Microsoft Windows (XP, Vista, Seven), Linux, MacOS X

Browser:

 Internet Explorer 7 o superiore

 Chrome

 Firefox

 Safari

 Opera 

Dispositivi supportati:

 Laptop

 Netbook

 Tablet

Procedure di valutazione

Questionario a risposta multipla

Responsabili

Responsabile scientifico

  • RD
    Dott. Romolo Di Iorio
    Professore Ordinario di Ginecologia e Ostetricia “Sapienza” Università di Roma
    Scarica il curriculum

Docente

  • RD
    Dott. Romolo Di Iorio
    Professore Ordinario di Ginecologia e Ostetricia “Sapienza” Università di Roma
    Scarica il curriculum

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Ginecologia e ostetricia
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Medicina interna
  • Scienza dell'alimentazione e dietetica

Biologo

  • Biologo

Dietista

  • Dietista

Ostetrica/o

  • Ostetrica/o
leggi tutto leggi meno