• Accreditato da

Presentazione

In vari momenti della vita, le persone sperimentano situazioni dolorose e traumatiche, come le perdite o i lutti, che richiedono tempi e strumenti di elaborazione. Lutti e perdite non elaborati possono interferire con la qualità di vita, successiva agli eventi. In questi avvenimenti, i bambini e i ragazzi sono quelli esposti a maggiore “vulnerabilità” poiché vengono spesso a trovarsi nell’impossibilità di esprimere il proprio dolore e non trovano negli adulti che li circondano, e anche nella società, un sostegno di tipo emotivo, psicologico ed educativo. Il loro lutto può rimanere per lo più inespresso o cercare delle vie di comunicazioni che, dal mondo adulto, non vengono decodificate. Ciò riflette la grande difficoltà degli adulti nell’affrontare con serenità il tema della morte e delle implicazioni che ne derivano. Ci è chiesto di essere adulti che vedono, che ascoltano, che sanno comunicare e questo attraverso una pratica di vicinanza ai sentimenti e ai vissuti legati alla perdita e al lutto. Infatti i minori in lutto percepiscono le emozioni intorno a loro, sono sensibili al linguaggio del corpo, captano le conversazioni, i silenzi, i sussurri e pongono domande indirette e dirette. Questa esperienza di sofferenza può divenire traumatica, qualora non ci siano adulti che sappiano decodificare i segnali, le richieste di aiuto e una società disattenta, distante, nell’aiuto all’elaborazione del lutto. Da qui nasce l’idea di costruire un corso formativo rivolto a docenti. In questo percorso cercheremo di scoprire come le persone (adulti e minori) possono “resistere”, con successo, nelle situazioni avverse della vita, quali perdite affettive (separazioni) o geografiche (allontanamento dalla propria casa, terra, lingua, cultura e religione) e durante eventi traumatici e difficili, come i lutti. Inoltre il corso si propone di fornire strategie e strumenti operativi per aiutare, sostenere e rafforzare la resilienza e le “lefe skills” nei bambini e negli adolescenti, che vivono e “portano” queste perdite e lutti, all’interno della scuola.

Informazioni

Obiettivo formativo

12 - Aspetti relazionali (la comunicazione interna, esterna, con paziente) e umanizzazione cure

Procedure di valutazione

test a risposta multipla

Responsabili

Responsabile Scientifico

  • Dott. Raffaele Arigliani
    Medico Specialista in Pediatra, Direttore Scientifico IMR, Professore ac di "Counselling PFCC"
    Scarica il curriculum

Docente

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Altro (non ECM)

  • Insegnante
leggi tutto leggi meno

Allegati

Localizzazione

  • Sala Parrocchiale San Lazzaro
  • Via Emilia Parmense,22, 29122 Piacenza (PC)
  • Tel. 082423156 - Fax. 082423156